Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Stile e tendenze

Moderatori: bob_rock, quinator

Rispondi
sociologist
Messaggi: 2954
Iscritto il: 26 gen 2006, 16:03
Nome: nino
Cognome: inzerillo
Città: palermo
Prov.: palermo
Cigar Club CCA: Socio Onorario di ASCC e CCA VIRTUAL CLUB
N. Tessera Club: 0
Contatta:

Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da sociologist » 03 dic 2012, 20:28

Lungi dall'avere le competenze olfattive di Jean Baptiste Grenouille, da tempo mi diletto nella ricerca di profumi di nicchia e, come ogni fumatore di sigari, sono alla ricerca di elementi che abbiano il crisma della contiguità con questo mondo.
Un paio di profumi che mi hanno rapito e che, di seguito, propongo:
Havana Vanille e Speakeasy.
Havana Vanille è una composizione calda ed attraente, concentrata interamente sulla magia sensuale di Cuba ricreata grazie ad un baccello di vaniglia infuso nel rhum invecchiato, una manciata di note speziate mischiate a frutta secca candita e ad un sentore di cuoio morbido. Nel cuore della piramide olfattiva, sono state unite note fiorite, elicriso e fava tonka per evocare l’aroma narcotico e mielato delle foglie di tabacco appena colte. Il fondo è invaso da un dolce languore latino con l’assoluta di vaniglia del Messico, legni fumé, note balsamiche e muschi. Il Naso di Havana Vanille è Bertrand Duchaufour.
Piramide Olfattiva – Havana Vanille – L’Artisan Parfumeur
Note di Testa: cuoio, rhum, chiodi garofano, frutta secca
Note di cuore: narciso, elicriso, fava tonka
Note di Coda: assoluta di vaniglia del Messico, legni fumé, muschi, note balsamiche
The new fragrance from Frapin conjures the allure of an age when danger lurked under glamour. "Speakeasy" refers to the words whispered to clientele of clandestine bars during the Prohibition era. The fragrance recalls the misted glasses, leather club chairs and fine Cuban cigars enjoyed by gentlemen bootleggers.
Speakeasy is a sensual oriental leather fragrances that features blonde tobacco refreshed by a mojito accord.
Top notes include Rum extract, Indian davana, sweet Italian orange and fizzy lime. The heart consists of cold Russian mint and Egyptian geranium. Base notes include an oriental leather accord of ciste absolute, labdanum absolute and styrax, combined with a Turkish tobacco accord composed of tobacco absolute, liatrix absolute, Everlasting (immortelle) flower absolute, tonka bean absolute and white musk.
Speakeasy is available as Eau de Parfum, 100 ml, in Frapin's signature flacon with a wooden cap. Speakeasy was launched in 2012. The nose behind this fragrance is Marc-Antoine Cortichiatto

Davide C.
Messaggi: 4364
Iscritto il: 28 gen 2005, 11:07
Nome: Davide
Cognome: Chiarletti
Indirizzo: Via Baraggia 3
Città: Cerrione
Prov.: Biella
Nazione: Italia
Telefono: 3389897087
Cigar Club CCA: Cigar Club Biella
N. Tessera Club: 2
Località: Biella

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da Davide C. » 04 dic 2012, 08:53

Bravo Nino, davvero interessante, questo è indubbiamente un "mondo" che potrebbe aver roseo futuro, magari come rubrica, anche per la nostra rivista!
Tentatore=Ammaliato da un cubano tentatore. L'ammaliamento avviene sempre in città di sogno: Parigi, Venezia ecc.(Difficile immaginare malìe a Biella o a Cerignola.)

lucapezz
Messaggi: 1129
Iscritto il: 29 set 2008, 18:37
Nome: Luca
Cognome: Pezzini
Città: roma
Prov.: roma
Nazione: italia
Telefono: 3356059767
Cigar Club CCA: Confraternita di Sigari Avana - Virtual Club CCA
N. Tessera Club: 0
Località: roma

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da lucapezz » 04 dic 2012, 10:10

"IL PROFUMO" è il mio libro preferito ! [ok] [ok] [ok]

buzz
Messaggi: 8995
Iscritto il: 03 feb 2004, 01:00
Nome: claudio
Cognome: giulietti
Città: Fermo
Prov.: FM
Cigar Club CCA: Civithabana Cigar Club
N. Tessera Club: 21
Contatta:

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da buzz » 04 dic 2012, 15:09

Nino, sei una cornucopia di sfaccettature, davvero incredibile. Tante persone sprecano il loro tempo davanti alla vt, pochissime lo impiegano alla ricerca del mondo e delle sue bellezze [ok]
Grazie del tip 8)
"Non condivido la tua idea, ma darei la vita perché tu la possa esprimere." François-Marie Arouet (Voltaire)

sociologist
Messaggi: 2954
Iscritto il: 26 gen 2006, 16:03
Nome: nino
Cognome: inzerillo
Città: palermo
Prov.: palermo
Cigar Club CCA: Socio Onorario di ASCC e CCA VIRTUAL CLUB
N. Tessera Club: 0
Contatta:

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da sociologist » 04 dic 2012, 21:13

Davide C. ha scritto:Bravo Nino, davvero interessante, questo è indubbiamente un "mondo" che potrebbe aver roseo futuro, magari come rubrica, anche per la nostra rivista!
[ok]
Allegati
198026_4252672033580_303822724_n.jpg

buzz
Messaggi: 8995
Iscritto il: 03 feb 2004, 01:00
Nome: claudio
Cognome: giulietti
Città: Fermo
Prov.: FM
Cigar Club CCA: Civithabana Cigar Club
N. Tessera Club: 21
Contatta:

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da buzz » 04 dic 2012, 22:24

Bellissima confezione! In fondo tra pochi giorni è Natale :wink: 8)
"Non condivido la tua idea, ma darei la vita perché tu la possa esprimere." François-Marie Arouet (Voltaire)

Davide C.
Messaggi: 4364
Iscritto il: 28 gen 2005, 11:07
Nome: Davide
Cognome: Chiarletti
Indirizzo: Via Baraggia 3
Città: Cerrione
Prov.: Biella
Nazione: Italia
Telefono: 3389897087
Cigar Club CCA: Cigar Club Biella
N. Tessera Club: 2
Località: Biella

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da Davide C. » 05 dic 2012, 09:11

[ok] [%]
Tentatore=Ammaliato da un cubano tentatore. L'ammaliamento avviene sempre in città di sogno: Parigi, Venezia ecc.(Difficile immaginare malìe a Biella o a Cerignola.)

buzz
Messaggi: 8995
Iscritto il: 03 feb 2004, 01:00
Nome: claudio
Cognome: giulietti
Città: Fermo
Prov.: FM
Cigar Club CCA: Civithabana Cigar Club
N. Tessera Club: 21
Contatta:

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da buzz » 05 dic 2012, 10:11

Appoggio la proposta di Davide, se Nino fosse disponibile, ovviamente [ok]
"Non condivido la tua idea, ma darei la vita perché tu la possa esprimere." François-Marie Arouet (Voltaire)

sociologist
Messaggi: 2954
Iscritto il: 26 gen 2006, 16:03
Nome: nino
Cognome: inzerillo
Città: palermo
Prov.: palermo
Cigar Club CCA: Socio Onorario di ASCC e CCA VIRTUAL CLUB
N. Tessera Club: 0
Contatta:

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da sociologist » 30 dic 2012, 15:41

Nozioni essenziali sui profumi:

Le denominazioni che accompagnano i profumi indicano il livello di concentrazione degli oli essenziali e l’elemento in cui essi sono disciolti
Definizione % di oli essenziali Elemento della soluzione

Acqua di colonia tra 3 e il 5% miscela di acqua e alcool
Eau de toilette tra il 5 e il 10% miscela di acqua e alcool
Eau de parfum tra il 7 e il 15% alcool ad alta gradazione
Extrait/Parfum tra il 15 e il 20% alcool ad alta gradazione

Il profumo è composto da:
• note di testa, rappresentate dagli elementi più volatili poiché si percepiscono durante i primi 10 minuti dopo l’applicazione; leggere, fresche ed effimere, spesso rappresentate da note esperidee (es. arancio, bergamotto, limone, mandarino) o erbacee (es. artemisia, lavanda, rosmarino, salvia), attirano l’attenzione e fanno intuire l’evoluzione del profumo, fondendosi con gradualità e armonia alle note di cuore;
• note di cuore, note dominanti rappresentate dagli elementi più pesanti che si sprigionano per circa 4/6 ore e che esprimono il tema principale o carattere del profumo; sono spesso note fiorite (es. garofano, gelsomino, mughetto, rosa, tuberosa, ylang-ylang) o speziate (es. cannella, chiodo di garofano, coriandolo, noce moscata, pepe);
• note di fondo, elementi persistenti e meno volatili che durano anche più giorni e che sono avvertite solo impercettibilmente attraverso le note di testa, rinforzando anche le note di cuore, di cui controllano la velocità di evaporazione; sono spesso note boisée (es. legno di cedro, patchouli, sandalo, vétiver) o balsamiche (es. benzoino, galbano, labdano, mirra, opoponaco).
• Il profumo simboleggia una scelta soggettiva e deve essere indossato con disinvoltura, occorre “sentirselo addosso”; non sempre un profumo che ci piace addosso a un’altra persona dà lo stesso esito su di noi per via del differente valore di PH cutaneo.
• Si consiglia di provare i profumi al mattino e al massimo tre alla volta, dopodiché l’olfatto non è più in grado di recepire nuove profumazioni.

Spruzzare o versare il profumo sul polso (gli uomini devono farlo sul dorso della mano), lasciare evaporare il prodotto senza strofinare la pelle, poi annusare mantenendo il naso a qualche centimetro di distanza dalla pelle.

Attraverso le sette principali classi olfattive si classificano dettagliatamente le fragranze.

Questa suddivisione è particolarmente utile per orientare la scelta nel vasto mondo dei profumi.
Conoscendo le note di testa, di cuore e di fondo dei profumi preferiti si possono scegliere in modo più mirato profumi con note simili oppure, per cambiare “stile”, optare per qualcosa di nettamente differente.

Esistono criteri rigorosi per la classificazione dei profumi, che si dividono in sette classi olfattive e in varie sottoclassi.
Nella classe olfattiva Agrumata, detta anche Esperidata, gli oli essenziali dei profumi agrumati o esperidati sono estratti da bucce di agrumi (arancia dolce o amara, bergamotto, cedro, lime, limone, mandarino, pompelmo giallo o rosa, ecc.) e uniti a essenze a base di fiori d’arancio.

L’accordo è fresco e leggero, per questo motivo a questo gruppo appartengono le principali acque di colonia femminili e maschili, spesso derivate dalle acque fresche degli agrumi in associazione con i derivati dall’arancio (zagara, neroli, petitgrain).

Sottoclassi Agrumata (Esperidata)
• Agrumata aromatica (note aromatiche quali maggiorana, menta, rosmarino, salvia e timo si insinuano nelle note agrumate);
• Agrumata floreale chypre (la nota dominante agrumata è unita a note fresche ed è estesa a note fiorite, in particolare gelsomino, seguite da note legnose e muschiate);
• Agrumata floreale legnosa (al quadro Agrumata legnosa si aggiungono note floreali blande e note legnose);
• Agrumata legnosa (accordo agrumato leggero con nota floreale appena percettibile e base legnosa e talcata più dominante);
• Agrumata muschiata (note muschiate affini ai musk sintetici e note floreali e legnose arricchiscono il bouquet);
• Agrumata speziata (la nota agrumata si sposa alle note speziate di cannella, noce moscata e pepe).


Nella classe olfattiva Ambrata, o Orientale, l'essenza ambrata imita quella dell’ambra grigia, caratterizzata da un odore che ricorda note balsamiche, legnose, resinose o animali simili a quelle del tabacco o delle zone erogene.
La classe ambrata è definita anche orientale perché spesso dà corpo a profumi orientali (ambrati) dalle note tipicamente dolci, cipriate, cisto-labdano, vanigliate e animali marcate.

Sottoclassi Ambrata
• Ambrata agrumata (fragranza ambrata a volte con un carattere floreale, le cui note agrumate di testa sono alquanto pronunciate);
• Ambrata floreale fruttata (mentre le note ambrate sono molto decise, la nota floreale di solito data da albicocca, fragola, mela, pera o prugna può essere diversificata);
• Ambrata floreale legnosa (il carattere legnoso è fortemente caratterizzato e le note di testa giocano su variazioni floreali);
• Ambrata floreale speziata (la nota speziata e le note floreali, quali il garofano, si uniscono alla base ambrata);
• Ambrata leggera (a questa sottoclasse appartengono le fragranze ambrate più classiche, uniche per leggiadria e calore);
• Semiambrata floreale (note dominanti di questo ricco bouquet sono quelle floreali, fresche e speziate armoniosamente congiunte alle note ambrate).


Il termine chypre deriva dall’omonimo profumo di grande successo creato nel 1917 da François Coty.
I profumi della classe olfattiva Chypre si fondano essenzialmente sul gioco olfattivo tra bergamotto e muschio di quercia, cioè tra freschezza e profondità, con divagazioni apportate da cisto-labdano e patchouly.
Nei cipriati femminili la fusione di base è variata da sfumature aldeidico-muschiate, di alga marina e legni oppure arricchita da note floreali, speziate di cuoio e fragranze di tipo animale come ambra, civetta e musk. Nei cipriati maschili, invece, alla base si aggiungono essenze di conifere, di cuoio e animali, con varianti fresche e speziato legnose.

Sottoclassi Chypre
• Chypre aromatica (determinante l’elemento floreale, specialmente alla lavanda, con l’aggiunta di note aromatiche dominanti quali artemisia, coriandolo, ginepro e timo);
• Chypre curiata (la base è declinata con note di affumicate, di cuoio, di legno bruciato, animali, magari arrotondate da note fresche, spesso agrumate);
• Chypre floreale (il bouquet è arrotondato da note floreali come gelsomino, mughetto e rosa);
• Chypre floreale aldeidica (al Chypre floreale si affiancano note aldeidiche);
• Chypre fruttata (una maggiore pienezza è regalata da note fruttate quali frutti esotici, pesca e prugna);
• Chypre verde (l’accordo è ancora una volta un armonioso contrasto: Chypre, note di testa fresche e verdi come erba tagliata e foglie triturate e fondo caldo).
Nella classe olfattiva cuoiata, le note dei profumi cuoiati sono secche per ricreare l’odore del cuoio che dà sensazioni di legno bruciato, tabacco, betulla e di affumicato.

Sottoclassi Cuoiata
• Cuoiata floreale (per arrotondare il profumo e renderlo meno secco e aggressivo si aggiungono note di testa floreali di iris, violetta, ecc.);
• Cuoiata tabaccata (la nota cuoiata vive insieme ad accordi di legni, fieno e miele che imitano i tabacchi biondi a sfondo acre e dolce).
Nella classe olfattiva Floreale, le essenze dei profumi floreali si ispirano alla natura e ai giardini dove sono presenti fiori dall’odore fulgido e vivo. In quasi tutti i profumi sono presenti sfumature floreali.

Sottoclassi Floreale
• Monofloreale (profumo incentrato su un’unica nota floreale dominante);
• Bouquet floreale o Floreale floreale (bouquet variato e complesso con temi prevalenti di gelsomino, geranio, fiori d’arancio, lillà, mimosa, mughetto, narciso, rosa, tuberosa, violetta, ecc.);
• Floreale aldeidica (accordo floreale orientato verso note animali, talcate, leggermente legnose, le cui note aldeidiche di testa si legano a note agrumate o floreali);
• Floreale fruttata (albicocca, fragola, litchi, mela, melone, pera, prugna e altri frutti creano un accordo irresistibile con le note floreali);
• Floreale fruttata legnosa (il Floreale fruttato si accende di accenni a note legnose);
• Floreale legnosa (su una nota floreale dominante si articolano note agrumate o erbacee, seguono quelle legnose, talcate o vanigliate);
• Floreale marina (le note marine e oceaniche si bouquet floreale classico);
• Floreale muschiata (il musk si insinua tra il floreale e qualche nota fruttata, legnosa o aldeidica);
• Floreale verde (l’incisiva freschezza delle note verdi, nella fattispecie quella del galbano che ricorda l’erba tagliata, produce un profumo floreale molto vivace e frizzante).


Nella classe olfattiva Fougère, note di lavanda, bergamotto, legni, muschio di quercia, geranio e altri elementi danno vita a profumi che però non hanno alcuna relazione con la felce (in francese, per l’appunto, fougère).

Sottoclassi Fougère
• Fougère aromatica (alle note fougère sono aggiunte sfumature agrumate, erbacee a base aromatica come artemisia, coriandolo, rosmarino, salvia, timo, ecc. e a volte speziate);
• Fougère leggermente ambrata (le note ambrate e vanigliate addolciscono quelle di base);
• Fougère ambrata floreale (alla cornice ben si sposa una base di ambra e labdano);
• Fougère fruttata (accompagnata, come per la sottofamiglia Floreale fruttata, da albicocca, fragola, litchi, mela, melone, pera, prugna e altri frutti);
• Fougère speziata (le note speziate, soprattutto di chiodo di garofano e pepe, si aggiungono a volte anche a quelle floreali).
Nella classe olfattiva Legnosa, le note dei profumi legnosi sono di base agrumate e di lavanda.
A queste si aggiungono, nelle note di fondo, cedro e vetyver per un profumo secco oppure patchouly e sandalo per una fragranza calda.

Sottoclassi Legnosa
• Legnosa agrumata coniferosa (tra tutte le conifere, l’essenza più persistente e utilizzata è quella di pino in associazione alle note agrumate);
• Legnosa ambrata (con le essenze legnose trionfano le note ambrate calde e sensuali di vaniglia, patchouli, sandalo, cisto-labdano e curarine);
• Legnosa aromatica (con note di testa aromatiche come artemisia, mirto, rosmarino, salvia o timo insieme a lavanda o note verdi);
• Legnosa fruttata (frutti e alberi insieme per profumi molto naturali);
• Legnosa marina (artemisia e timo, in particolare, sono valorizzati da note marine che armonizzano con quelle legnose);
• Legnosa muschiata (oltre alle basi di legni e muschio, alcuni profumi uniscono anche note ambrate, aromatiche, fruttate e speziate);
• Legnosa speziata (ai legni si sposano perfettamente le note speziate più forti come cannella, chiodo di garofano, noce moscata, pepe);
• Legnosa speziata curiata (la cornice legnosa si rinforza con note cuoiate e animali).
La classificazione in sette classi olfattive è affiancata da aggettivi che comunemente sono utilizzati per descrivere e definire i profumi. Tra questi:
• aldeidato. Le aldeidi sono elementi derivanti dalla sintesi chimica e servono a dare maggior vigore al prodotto finale. In particolare, le fragranze chypre, floreali e legnose sono tipicamente aldeidate;
• florientale o orientale fiorito. Le note fiorite, a volte unite a quelle speziate, rappresentano la declinazione più attuale delle fragranze orientali;
• fresco. L’impressione olfattiva di freschezza è la meno oggettiva poiché dipende molto dalla percezione soggettiva. Inoltre si tratta di una qualità influenzata dalla cultura: in Europa sono considerate fresche le fragranze agrumate, lavanda e note verdi mentre negli Stati Uniti anche quelle chypre e dolci sono tali;
• fruttato. Ci sono frutti freschi che emanano un odore percettibile anche nelle fragranze che li rappresentano (albicocca, ananas, fragola, lampone, mela, pesca, ecc.). Altri, al contrario, sono più difficili da riconoscere (es. prugna). In generale le note fruttate sono molto persistenti;

oldfox
Messaggi: 10297
Iscritto il: 08 nov 2003, 01:00
Nome: Massimo
Cognome: De Giovanni
Indirizzo: Piazza Unità 10
Città: Civitanova Marche Alta
Prov.: MC
Cigar Club CCA: Cigar Club Matelica
N. Tessera Club: 4

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da oldfox » 30 dic 2012, 17:42

MI ero perso questo post!
Nino, sempre a disposizione per un angolo.. :mrgreen:

sociologist
Messaggi: 2954
Iscritto il: 26 gen 2006, 16:03
Nome: nino
Cognome: inzerillo
Città: palermo
Prov.: palermo
Cigar Club CCA: Socio Onorario di ASCC e CCA VIRTUAL CLUB
N. Tessera Club: 0
Contatta:

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da sociologist » 30 dic 2012, 18:42

oldfox ha scritto:MI ero perso questo post!
Nino, sempre a disposizione per un angolo.. :mrgreen:
Con piacere :D

Jaime
Messaggi: 1770
Iscritto il: 30 apr 2004, 02:00
Nome: Giuseppe
Cognome: Elefante
Indirizzo: VIA VITTORIO EMANUELE III, 11
Città: SAN VITO DEI NORMANNI
Prov.: Brindisi
Nazione: Italia
Telefono: 335 83 16 270
Cigar Club CCA: Alto Salento Cigar Club
N. Tessera Club: 0

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da Jaime » 30 dic 2012, 20:33

Grande Nino! [ok]
Leggerti e' sempre un immenso piacere.
G.

oldfox
Messaggi: 10297
Iscritto il: 08 nov 2003, 01:00
Nome: Massimo
Cognome: De Giovanni
Indirizzo: Piazza Unità 10
Città: Civitanova Marche Alta
Prov.: MC
Cigar Club CCA: Cigar Club Matelica
N. Tessera Club: 4

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da oldfox » 30 dic 2012, 20:50

sociologist ha scritto:
oldfox ha scritto:MI ero perso questo post!
Nino, sempre a disposizione per un angolo.. :mrgreen:
Con piacere :D
Vedi Nino, Il Profumo l'ho letto a puntate su La Repubblica e quando è uscito il libro non ho atteso un attimo ad acquistarlo, trovandone piena soddisfazione.
Bella anche la trasposizione cinematografica con il grande Hoffman.
Rivivere emozioni del genere anche sulla nostra Rivista è una ulteriore rivisitazione delle papille olfattive dei più capaci.

Davide C.
Messaggi: 4364
Iscritto il: 28 gen 2005, 11:07
Nome: Davide
Cognome: Chiarletti
Indirizzo: Via Baraggia 3
Città: Cerrione
Prov.: Biella
Nazione: Italia
Telefono: 3389897087
Cigar Club CCA: Cigar Club Biella
N. Tessera Club: 2
Località: Biella

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da Davide C. » 30 dic 2012, 21:32

[ok] [%]
Tentatore=Ammaliato da un cubano tentatore. L'ammaliamento avviene sempre in città di sogno: Parigi, Venezia ecc.(Difficile immaginare malìe a Biella o a Cerignola.)

sociologist
Messaggi: 2954
Iscritto il: 26 gen 2006, 16:03
Nome: nino
Cognome: inzerillo
Città: palermo
Prov.: palermo
Cigar Club CCA: Socio Onorario di ASCC e CCA VIRTUAL CLUB
N. Tessera Club: 0
Contatta:

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da sociologist » 03 gen 2013, 20:09

Ho avuto modo di immergere il naso in alcune mouillettes pregne di una EDC , assai nota e contigua al nostro mondo. Cuba di Czech and Speake. Riporto le note della piramide olfattiva, longevità e sillage sono notevoli a dispetto della succitata concentrazione di olii essenziali.
Cuba

Note di testa
Lime, bergamotto, menta piperita, Rum

Note di cuore
Rose, chiodi di garofano, Bay, Tonka

Note di base
Tabacco, Incenso, Legno di Cedro, Vetiver

sociologist
Messaggi: 2954
Iscritto il: 26 gen 2006, 16:03
Nome: nino
Cognome: inzerillo
Città: palermo
Prov.: palermo
Cigar Club CCA: Socio Onorario di ASCC e CCA VIRTUAL CLUB
N. Tessera Club: 0
Contatta:

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da sociologist » 15 gen 2013, 18:50

CREED MILLESIME TABAROME Eau de Parfum

Note di testa
Bergamotto, Limone, Mandarino, Ginger


Note di cuore
Gelsomino, Sandalo, Vetiver


Note di fondo
Musk, The Verde, Tabacco

Czech and Speake Vetiver Vert
L’eau de toilette si apre su una testa di bergamotto e mandarino, che lascia spazio a un cuore di alloro e galbano e vanta una coda resa calda dalla dolcezza dei legni, in primo luogo dal vetiver e dal sandalo.
Allegati
486052_4461384371258_214602025_n.jpg

borgo
Messaggi: 337
Iscritto il: 14 feb 2006, 14:19
Nome: PAOLO
Cognome: Festoni
Indirizzo: Via Bollani 9
Città: BRESCIA

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da borgo » 05 gen 2014, 07:09

Tabarome di Creed e' il profumo che uso da anni.
Lo alterno ( vado matto per questo tipo di profumazioni ... Particolari ) con Cuba sopracitato e Knize Ten.
Ragazzi, se li provate, non acquisterete piu' un profumo "normale" !! :]

sociologist
Messaggi: 2954
Iscritto il: 26 gen 2006, 16:03
Nome: nino
Cognome: inzerillo
Città: palermo
Prov.: palermo
Cigar Club CCA: Socio Onorario di ASCC e CCA VIRTUAL CLUB
N. Tessera Club: 0
Contatta:

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da sociologist » 06 feb 2014, 20:35

[ok]
Allegati
1010085_10201943144998775_2036535191_n.jpg
529569_10201943145318783_185101668_n.jpg

borgo
Messaggi: 337
Iscritto il: 14 feb 2006, 14:19
Nome: PAOLO
Cognome: Festoni
Indirizzo: Via Bollani 9
Città: BRESCIA

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da borgo » 06 feb 2014, 21:43

Caligna non l'ho mai provato anche se conosco bene la casa.
Ti consiglio, se non lo conosci, 88 di Czech & Speake . Molto gradevole !!

sociologist
Messaggi: 2954
Iscritto il: 26 gen 2006, 16:03
Nome: nino
Cognome: inzerillo
Città: palermo
Prov.: palermo
Cigar Club CCA: Socio Onorario di ASCC e CCA VIRTUAL CLUB
N. Tessera Club: 0
Contatta:

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da sociologist » 06 feb 2014, 23:46

borgo ha scritto:Caligna non l'ho mai provato anche se conosco bene la casa.
Ti consiglio, se non lo conosci, 88 di Czech & Speake . Molto gradevole !!
Credo sia uscito in primavera , per certo è l'ultimo prodotto de L'Artisan P.
Allegati
image.jpg

borgo
Messaggi: 337
Iscritto il: 14 feb 2006, 14:19
Nome: PAOLO
Cognome: Festoni
Indirizzo: Via Bollani 9
Città: BRESCIA

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da borgo » 07 feb 2014, 06:15

Allora, come me, adori avana e profumi !
Bene ! Sono molto contento di non essere l'unico :] :]

sociologist
Messaggi: 2954
Iscritto il: 26 gen 2006, 16:03
Nome: nino
Cognome: inzerillo
Città: palermo
Prov.: palermo
Cigar Club CCA: Socio Onorario di ASCC e CCA VIRTUAL CLUB
N. Tessera Club: 0
Contatta:

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da sociologist » 07 feb 2014, 07:09

borgo ha scritto:Allora, come me, adori avana e profumi !
Bene ! Sono molto contento di non essere l'unico :] :]
Assolutamente si!

Jaime
Messaggi: 1770
Iscritto il: 30 apr 2004, 02:00
Nome: Giuseppe
Cognome: Elefante
Indirizzo: VIA VITTORIO EMANUELE III, 11
Città: SAN VITO DEI NORMANNI
Prov.: Brindisi
Nazione: Italia
Telefono: 335 83 16 270
Cigar Club CCA: Alto Salento Cigar Club
N. Tessera Club: 0

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da Jaime » 07 feb 2014, 07:51

Da oltre due decenni sono fedele a due sole fragranze, anche se certamente più "commerciali": Eau Sauvage di Dior e Zino Davidoff (il primo profumo prodotto da Davidoff, quello con tappo ambra e vetro scuro); li ritengo due classici intramontabili anche se assai diversi tra loro; molto interessante il secondo, assai meno noto, che presenta le seguenti note:
Note di Testa:
Stingingly fresco, lavanda, palissandro, salvia sclarea, bergamotto
Note di Cuore:
Geranio, rosa, giglio della valle, gelsomino
Note di Fondo:
Patchouli, legno di cedro, legno di sandalo, vaniglia gara.

Per Eau Sauvage, invece:
Note di Testa:
Limone, Petitgrain, Rosmarino, Basilico
Note di Cuore:
Gelsomino, Rosa, Garofano, Iris
Note di Fondo:
Muschio di quercia, Vetiver, Musk

Davide C.
Messaggi: 4364
Iscritto il: 28 gen 2005, 11:07
Nome: Davide
Cognome: Chiarletti
Indirizzo: Via Baraggia 3
Città: Cerrione
Prov.: Biella
Nazione: Italia
Telefono: 3389897087
Cigar Club CCA: Cigar Club Biella
N. Tessera Club: 2
Località: Biella

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da Davide C. » 07 feb 2014, 08:56

sociologist ha scritto:
borgo ha scritto:Allora, come me, adori avana e profumi !
Bene ! Sono molto contento di non essere l'unico :] :]
Assolutamente si!
...e le belle donne, vivaddio! [ok] [%] :wink:
Tentatore=Ammaliato da un cubano tentatore. L'ammaliamento avviene sempre in città di sogno: Parigi, Venezia ecc.(Difficile immaginare malìe a Biella o a Cerignola.)

sociologist
Messaggi: 2954
Iscritto il: 26 gen 2006, 16:03
Nome: nino
Cognome: inzerillo
Città: palermo
Prov.: palermo
Cigar Club CCA: Socio Onorario di ASCC e CCA VIRTUAL CLUB
N. Tessera Club: 0
Contatta:

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da sociologist » 07 feb 2014, 20:52

Jaime ha scritto:Da oltre due decenni sono fedele a due sole fragranze, anche se certamente più "commerciali": Eau Sauvage di Dior e Zino Davidoff (il primo profumo prodotto da Davidoff, quello con tappo ambra e vetro scuro); li ritengo due classici intramontabili anche se assai diversi tra loro; molto interessante il secondo, assai meno noto, che presenta le seguenti note:
Note di Testa:
Stingingly fresco, lavanda, palissandro, salvia sclarea, bergamotto
Note di Cuore:
Geranio, rosa, giglio della valle, gelsomino
Note di Fondo:
Patchouli, legno di cedro, legno di sandalo, vaniglia gara.

Per Eau Sauvage, invece:
Note di Testa:
Limone, Petitgrain, Rosmarino, Basilico
Note di Cuore:
Gelsomino, Rosa, Garofano, Iris
Note di Fondo:
Muschio di quercia, Vetiver, Musk
E come non ricordare un mito quale Eau Savage?
A proposito di Salvia sclarea, la ritrovi nella piramide olfattiva di Caligna, nota tipica della Provenza.
In generale credo che la differenza più marcata risieda nell'uso di note ottenute per sintesi chimica, a fronte degli ingredienti naturali, questa la discriminante tra fragranze di nicchia e prodotti di massa.
Meno male che, almeno in profumeria, le note sono una caratteristica ufficiale ed oggettiva, anche se c'è sempre chi coglie sfumature differenti..
Mi sovviene altresì l'aneddoto di Chanel n.5, ritenuto la quintessenza (anni fa) della femminilità e in verità prodotto di laboratorio, festival delle molecole artificiali..

sociologist
Messaggi: 2954
Iscritto il: 26 gen 2006, 16:03
Nome: nino
Cognome: inzerillo
Città: palermo
Prov.: palermo
Cigar Club CCA: Socio Onorario di ASCC e CCA VIRTUAL CLUB
N. Tessera Club: 0
Contatta:

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da sociologist » 07 feb 2014, 20:54

Davide C. ha scritto:
sociologist ha scritto:
borgo ha scritto:Allora, come me, adori avana e profumi !
Bene ! Sono molto contento di non essere l'unico :] :]
Assolutamente si!
...e le belle donne, vivaddio! [ok] [%] :wink:
Charlize Theron! Dubito fortemente che indossi i profumi per cui fa la pubblicità o, quantomeno, lo spero per lei!

Brett Sinclair
Messaggi: 209
Iscritto il: 20 dic 2004, 01:00
Nome: marco
Cognome: tonelli

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da Brett Sinclair » 08 feb 2014, 10:10

In ordine sparso:


le piramidi sono indicative
non è detto che la nicchia abbia più materie prime naturali di dior e chanel. Il naturale costa e non sempre la nicchia ha le risorse per attingervi.
per dire, ad esempio, che si usa assoluta di rosa naturale (poi bisognerebbe sapere quale e di quale provenienza ma qui il discorso si fa complesso) basta mettere uno 0,1/0,3 e dubito che alla fine qualcuno la riconosca

sociologist
Messaggi: 2954
Iscritto il: 26 gen 2006, 16:03
Nome: nino
Cognome: inzerillo
Città: palermo
Prov.: palermo
Cigar Club CCA: Socio Onorario di ASCC e CCA VIRTUAL CLUB
N. Tessera Club: 0
Contatta:

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da sociologist » 08 feb 2014, 12:00

Non sempre, ma spesso e volentieri. Del resto ci sarà pure "qualche" differenza tra Amouage, Clive Christian e le marche summenzionate (dior e chanel).

Brett Sinclair
Messaggi: 209
Iscritto il: 20 dic 2004, 01:00
Nome: marco
Cognome: tonelli

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da Brett Sinclair » 08 feb 2014, 12:47

Ma amouage non è nicchia anzi è un punto di riferimento della profumeria moderna, scopiazzano un po' ma le materie prime sono spesso ineccepibili. Su clive Cristian ho molti più dubbi.......come sull'altro pseudo mito creed

RinLux
Messaggi: 182
Iscritto il: 21 ago 2013, 11:22
Nome: Rinaldo
Cognome: Polese
Indirizzo: 4 rue Fernand Mertens
Città: Lussemburgo
Prov.: LU
Nazione: Lussemburgo
N. Tessera Club: 0

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da RinLux » 08 feb 2014, 15:59

Nemmeno a me piacciono i profumi...
Una chicca, Tabac Blonde di Caron, fino a poco tempo fa disponibile solo nella boutique Caron di Parigi
Una chicca, Tabac Blonde di Caron, fino a poco tempo fa disponibile solo nella boutique Caron di Parigi
Allegati
Moltissimi inglesi, su tutti Penhaligon e C&S, qualche francese: sopratutto Caron, Creed (sopravvalutato) ed Hermes, qualche Italiano: acqua di Parma, officine di SMN e Oman: Amouage
Moltissimi inglesi, su tutti Penhaligon e C&S, qualche francese: sopratutto Caron, Creed (sopravvalutato) ed Hermes, qualche Italiano: acqua di Parma, officine di SMN e Oman: Amouage

sociologist
Messaggi: 2954
Iscritto il: 26 gen 2006, 16:03
Nome: nino
Cognome: inzerillo
Città: palermo
Prov.: palermo
Cigar Club CCA: Socio Onorario di ASCC e CCA VIRTUAL CLUB
N. Tessera Club: 0
Contatta:

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da sociologist » 01 giu 2014, 17:08

Non mi ha mai fatto impazzire, ma di domenica pomeriggio ho trovato solo questo.

PIRAMIDE OLFATTIVA

NOTE DI TESTA: pompelmo, arancio, silex (minerale)
NOTE DI CUORE: geranio, bacche rosa, pepe, patchouli
NOTE DI FONDO: cedro, vetiver, benzoino
Allegati
image.jpg

Anteo Pellacani
Messaggi: 48
Iscritto il: 07 mar 2014, 15:13
Nome: Anteo
Cognome: Pellacani
Indirizzo: via roma
Città: San Giorgio M.to
Prov.: al
N. Tessera Club: 0

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da Anteo Pellacani » 03 giu 2014, 13:12

Molto bene, caro Nino, il suo acume non risparmia neanche il variopinto mondo del profumo.

Bravo davvero, anche se quel royal oud che mi consigliava su altri lidi lo trovo un po' troppo effeminato e preferisco, rimanendo sempre su creed, il ben più virile aventus oppure il classico dei classici vetiver.

sociologist
Messaggi: 2954
Iscritto il: 26 gen 2006, 16:03
Nome: nino
Cognome: inzerillo
Città: palermo
Prov.: palermo
Cigar Club CCA: Socio Onorario di ASCC e CCA VIRTUAL CLUB
N. Tessera Club: 0
Contatta:

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da sociologist » 03 giu 2014, 20:34

Anteo Pellacani ha scritto:Molto bene, caro Nino, il suo acume non risparmia neanche il variopinto mondo del profumo.

Bravo davvero, anche se quel royal oud che mi consigliava su altri lidi lo trovo un po' troppo effeminato e preferisco, rimanendo sempre su creed, il ben più virile aventus oppure il classico dei classici vetiver.
in effetti: "Aventus" ha una reminiscenza profetica che Le si addice appieno!

sociologist
Messaggi: 2954
Iscritto il: 26 gen 2006, 16:03
Nome: nino
Cognome: inzerillo
Città: palermo
Prov.: palermo
Cigar Club CCA: Socio Onorario di ASCC e CCA VIRTUAL CLUB
N. Tessera Club: 0
Contatta:

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da sociologist » 13 set 2014, 16:11

19esimo e ventesimo della mia piccola collezione
Allegati
10568832_10203404089241468_5188203891565880867_n.jpg

borgo
Messaggi: 337
Iscritto il: 14 feb 2006, 14:19
Nome: PAOLO
Cognome: Festoni
Indirizzo: Via Bollani 9
Città: BRESCIA

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da borgo » 13 set 2014, 18:48

Ottime scelte [ok] [ok]

sociologist
Messaggi: 2954
Iscritto il: 26 gen 2006, 16:03
Nome: nino
Cognome: inzerillo
Città: palermo
Prov.: palermo
Cigar Club CCA: Socio Onorario di ASCC e CCA VIRTUAL CLUB
N. Tessera Club: 0
Contatta:

Re: Il fumatore di sigari ed i suoi propri profumi

Messaggio da sociologist » 16 gen 2015, 14:47

Ho trovato una pagina web che potrebbe essere di aiuto nel decifrare i componenti di un profumo..
http://www.adjiumi.it/adjnpforum/lofive ... p?t40.html

Rispondi